Associazione

AIC logo

Conferimento del premio Panunzio per l'anno 2007

ASSOCIAZIONE DEI COSTITUZIONALISTI

Premio nazionale “Opera prima” Sergio P. Panunzio
per giovani studiosi di diritto costituzionale

Conferimento del Premio per l’anno 2007 al dott. Andrea Buratti,
nato a Roma il 31 agosto 1977, autore del volume
«Dal diritto di resistenza al metodo democratico», Giuffrè, Milano, 2006

La Commissione giudicatrice del Premio Sergio P. Panunzio per l’anno 2007, composta dal Prof. Alessandro Pace, presidente, dal prof. Federico Sorrentino e dal prof. Stefano Sicardi, componenti nominati per sorteggio nella riunione del Consiglio direttivo dell’AIC in data 12 maggio 2007, si è riunita in sessione telefonica il 23 ottobre 2007 per decidere sull’assegnazione del Premio, che all’unanimità ha ritenuto di conferire al dott. Andrea Buratti per l’opera prima «Dal diritto di resistenza al metodo democratico», con la seguente motivazione:

«L’a. ripercorre le tappe del diritto di resistenza: dalla sua genesi nell’ambito delle dottrine riconducibili al diritto naturale in epoca classica e nella dottrina cristiana alla sua progressiva definizione nel contesto degli istituti propri del diritto feudale, al suo apogeo nel contrattualismo, al suo assorbimento nelle forme costituzionalistiche di fine ‘700 e, infine, alla sua eclissi dovuta al formalismo giuridico.

In pagine assai stimolanti l’a. evidenzia, nella parte successiva, come le virtualità oppositive insite nel diritto di resistenza riemergano, negli ordinamenti costituzionali garantisti come quello italiano, nel principio di opposizione, nel quale però il diritto di resistenza non si esaurirebbe del tutto. Infatti mentre il diritto di resistenza individuale si risolverebbe nella disapplicazione delle leggi e dei provvedimenti amministrativi incostituzionali, il diritto di resistenza collettiva, per quanto costituzionalmente non esplicitato, deriverebbe dai principi previsti negli artt. 1, comma 2, 49, 54 e 139 Cost. Il diritto di resistenza collettiva costituirebbe infatti, secondo l’insegnamento di Costantino Mortati che l’a. segue sul punto, la garanzia dell’ordinamento costituzionale azionabile come extrema ratio, perseguendosi con esso l’obiettivo di conservare un ordine che appare gravemente minacciato.

Il volume si segnala per la lucida e brillante ricostruzione, approfondita e ben strutturata. La parte storico-ricostruttiva del lavoro si salda infatti armoniosamente con quella relativa ai problemi attuali, aprendo significative prospettive e presentando indubbi elementi di originalità. L’autore dimostra di possedere notevole bagaglio culturale, apprezzabile respiro ricostruttivo, grande entusiamo per i complessi temi trattati e, soprattutto, una lodevole tensione ideale: qualità, tutte queste, che lo fanno ritenere pienamente meritevole dell’assegnazione del Premio».

Roma-Mondovì, 23 ottobre 2007

Prof. Alessandro Pace
Prof. Federico Sorrentino
Prof. Stefano Sicardi

Cerca nel sito

I siti AIC

Associazione

Prossimi appuntamenti

Newsletter dell'Associazione AIC

Per ricevere periodicamente aggiornamenti sulle nostre novità.
Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.


ilmiositojoomla.it